Skip to content

IMGOSPEL.COM

Imgospel

Normativa scarico fumi caldaie a gas


Dal , con la legge 90, tutti gli. Normativa vigente nel (legge 90/ e Dlgs / agg. legge /​) su canne fumarie e scarichi a parete, caldaie a condensazione e tradizionali, a camera aperta (classe B1) soltanto se disponibile uno scarico fumi in canne la normativa sull'installazione delle caldaie a gas ed in particolare sull'obbligo. Distanze minime scarichi a parete dei fumi della caldaia da balconi e finestre. legge scarico a parete di caldaie e scaldabagno a gas per distanze minime da Per questo motivo, la normativa UNI ha esplicitato tutte le. Lo scarico a parete con caldaia a condensazione è possibile, nel rispetto Come anticipato, la normativa vigente (Legge 90/, articolo 17 bis e Se acquisti una caldaia a gas a condensazione con basse emissioni NOx, la canna fumaria a tetto, lo scarico dei fumi a parete è una soluzione possibile. La normativa vigente in materia di scarico fumi è regolata dalla legge n. composti da almeno una caldaia a condensazione a gas e da una.

Nome: normativa scarico fumi caldaie a gas
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 70.65 Megabytes

Con questa nuova modifica legislativa non c'è più nessun obbligo di canna fumaria al tetto in caso di istallazione di caldaie a condensazione a gas con efficienza 4 stelle e certificate con classe NOx 5. Gli impianti termici siti negli edifici costituiti da più unità immobiliari devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente, fatto salvo quanto previsto dal periodo seguente.

Tradotto in parole semplici significa che a partire dal 17 dicembre , giorno di approvazione definitiva del decreto, ogni qual volta si installa una nuova caldaia, sia come primo impianto, sia come sostituzione, non si ha l'obbligo di avere o realizzare la canna fumaria fin sopra il colmo del tetto, solo se si utilizza una caldaia a condensazione con le caratteristiche accessorie richieste dalla legge.

La nuova regola vale in tutti i casi: la semplice sostituzione della vecchia caldaia, la realizzazione di nuovo impianto in un'abitazione precedentemente sprovvista, in caso di distacco della singola utenza dal sistema centralizzato, di trasformazioni dal centralizzato all'autonomo parziale o totale del condominio, ristrutturazioni della totalità dell'impianto termico della singola unità immobiliare o della totalità del condominio, ecc. Nel nuovo testo di legge non si ritrova più la possibilità delle disposizioni legislative locali più severe e restrittive, per cui la norma dovrà essere attuata nello stesso modo e senza eccezioni su tutto il territorio nazionale.

Quelle che sono penalizzate dalla normativa sono tutte le caldaie tradizionali non a condensazione , infatti tutte le vecchie deroghe ed eccezioni all'obbligo della canna fumaria"ex.

Attualmente, se la caldaia è a camera aperta, camera stagna, tiraggio naturale, tiraggio forzato, turbo, a gas, a gasolio, a pellet, a legna, ecc. Per comprendere meglio: le caratteristiche di basso inquinamento Classe NOx delle caldaie a condensazione e il posizionamento dello scarico fumi nel rispetto della norma tecnica UNI , consigliamo di leggere il vecchio articolo riportato di seguito. Per leggere la normativa sempre aggiornata cerca " D.

Ci devono essere condizioni per la replica di installazione di uno stesso apparecchio anche per quanto riguarda l'esposizione vietata all'esterno, lo scarico a tetto o su facciata secondo il caso, deve trattarsi di quell'opera esclusiva e non in fase di ristrutturazione. In sintesi Morale della favola, se si tratta di una sostituzione "indoor" in presenza di camino ramificato collettivo ok, possiamo valutare la sostituzione, sempre nelle condizioni di conformità.

Se la caldaia ancora funziona ma è molto vecchia oltre 30 anni e soprattutto se si trova all'esterno, il consiglio è di cambiarla appena possibile passando a condensazione. Se si trova all'interno e vuol'essere sostituita, guardare se il camino è collettivo, perché qualora fosse singolo si brancola nel buio per cercare altre cose mentre si rischia uno "sgambetto" in fase finale. Normativa di riferimento sostituzione caldaia con condensazione L'obbligo in vigore vale per tutte le caldaie tradizionali, ovvero quelle a camera stagna NON a condensazione la classica caldaia turbo.

Che cos'è il PCI? Il potere calorifico inferiore è il valore che si ricava dal calore sprigionato dalla combustione, al netto di altri reintegri o recuperi di lavoro come il sistema della caldaia a condensazione e senza considerare altri agenti differenti dal gas domestico metano in combustione.

Che cos'è il PCS? Nella combustione vengono coinvolte altre sostenze presenti nel gas che arriva a casa, additivi del metano, scorie, atri sottoprodotti del gas presenti nelle tubazioni o sempre nel combustibile.

Perché è obbligatorio condurre la condensa nello scarico? Nota Importante: a partire dal 26 settembre i produttori e fornitori di caldaie non potranno più immettere sul mercato apparecchi che non siano a condensazione o a classe energetica elevata, le caldaie a condensazione diventeranno praticamente l'unica soluzione. Le uniche caldaie disponibili a partire dal di differente tipologia potranno essere installate solo per sostituzioni e MAI per nuove installazioni.

Vendita vietata caldaia turbo: ultime Attenzione: non sono più in vendita le caldaie a camera stagna di tipo "C" non a condensazione le cosiddette caldaie turbo. Si vendono solo caldaie a condensazione. Comma 9-bis.

Comma 9-ter. Per accedere alle deroghe previste al comma 9-bis, è obbligatorio: i. I Comuni adeguano i propri regolamenti alle disposizioni di cui ai commi 9, 9-bis e 9-ter.

No, devono avere camini separati. In generale, caldaie diverse producono fumi a pressioni e temperature diverse; se confluiscono nella stessa canna fumaria possono interferire nel processo di evacuazione dei fumi e creare problemi di funzionamento e reflusso.