Skip to content

IMGOSPEL.COM

Imgospel

Vidimazione registro carico e scarico autoveicoli usati


  1. Commercio - vendita auto e veicoli usati
  2. Comune di Castel San Pietro Terme - SUAP (Sportello Unico Attività Produttive)
  3. Vendita all’ingrosso di auto usate: chiarimenti sulle competenze del Comune

di commercio di auto usate e, nello specifico, a chi spetti la vidimazione del registro di carico e scarico delle auto usate. Al riguardo, la scrivente in via. registro carico e scarico autoveicoli in deposito. Stato, ma mi chiedo per quanto riguarda la vidimazione quella è necessario ancora farla? Il REGISTRO delle cose antiche/usate è IN VIGORE - Consiglio di Stato 2/3/ imgospel.com › public › Documenti › Vidimazione registro. T.U.L.P.S.) e più precisamente: giornale degli affari; registro autoveicoli in deposito (carico e scarico); registro antichità, preziosi e beni usati;. Registro. del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza - Tulps - non è più necessaria la vidimazione del registro di acquisto/vendita di veicoli usati.

Nome: vidimazione registro carico e scarico autoveicoli usati
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 43.66 Megabytes

Stanno lavorando per lo Stato Italiano e quindi per noi! Gli operatori possono tornare nella sede del contribuente, decorso tale periodo, per esaminare le osservazioni e le richieste eventualmente presentate dal contribuente. Possibilmente defilato rispetto ai locali aperti al pubblico. Le attività di verifica — se non in casi eccezionali — devono essere svolte nei normali orari di ufficio ed arrecare la minore turbativa al suo regolare svolgimento. Nel limite del possibile il Titolare non deve demandare.

Fornire tutta la documentazione richiesta in maniera tale che venga elaborata senza stazionare negli uffici del back office. Se sono richieste spiegazioni verbali, presenziare.

Commercio - vendita auto e veicoli usati

La vidimazione viene eseguita con un timbro su ogni pagina. Tale registro, preparato e vidimato, viene quindi reso all'agenzia d'affari che deve provvedere, con cadenza periodica, a stampare i movimenti effettuati.

La data di vidimazione deve sempre essere anteriore alla data dei movimenti stampati sul registro stesso. Questo spesso crea dei problemi nel caso in cui si esaurisca il registro degli affari oppure siano necessari alcuni giorni per la vidimazione.

Potrebbe piacerti: TUBO SCARICO PISCINA INTEX

Stampa e compilazione del registro degli affari Il TULPS prescrive che nel registro vengano indicate, di seguito e senza spazi in bianco, tutte le operazioni effettuate nell'esercizio dell'Agenzia d'Affari. La parte del frontespizio relativa a "Ubicazione dell'esercizio La data da riportare a fianco dei suddetti "serie e numero" è la data di emissione, cioè di compilazione, del formulario, e dovrà, ovviamente, essere uguale per tutte e quattro le copie.

Quest'ultima infatti, si riferisce alla data ed ora di partenza del trasporto; i al fine di garantire un efficace controllo sulla gestione e movimentazione dei rifiuti il legislatore ha stabilito un rapporto di reciproca integrazione dei dati riportati sul registro con quelli riportati sul formulario.

Comune di Castel San Pietro Terme - SUAP (Sportello Unico Attività Produttive)

Di conseguenza, per "Ubicazione dell'esercizio Tale voce si deve intendere riferita al numero progressivo che individua l'annotazione sul registro dell'operazione di carico o di scarico relativa ai rifiuti oggetto del trasporto. Tale conclusione poggia su un preciso dato normativo.

Infatti, l'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 5 febbraio , n. Per quanto poi riguarda le modalità da seguire per garantire l'effettiva attuazione dell'integrazione tra registri e formulari, è importante sottolineare che, ai sensi dell'articolo 12, comma 1, lettera da a a d , del decreto legislativo 5 febbraio , n.

A parte tale eccezione, che discende dal sistema il formulario di identificazione che accompagna il trasporto dei rifiuti dovrà essere compilato in ogni sua parte; l il "numero di registro" deve essere apposto sul formulario da parte dei soggetti obbligati alla tenuta dei registri di carico e scarico. In tale evenienza, tuttavia, l'esonero dall'obbligo del registro dovrà risultare da specifica indicazione riportata nell'apposito spazio del formulario riservato alle "annotazioni".

Vendita all’ingrosso di auto usate: chiarimenti sulle competenze del Comune

Il formulario stesso, inoltre, dovrà essere conservato presso i suddetti soggetti non obbligati alla tenuta dei registri di carico e scarico; m nel caso in cui il trasportatore sia costretto a cambiare destinatario, ad esempio perché quello previsto è impossibilitato a ricevere il rifiuto, il nuovo percorso e il nuovo destinatario, nonché i motivi della variazione, devono essere riportati nell'apposito spazio del formulario riservato alle "annotazioni", n in via di principio il trasporto di rifiuti urbani che non deve essere accompagnato dal formulario di identificazione ai sensi dell'art.

Resta fermo che il trasporto di rifiuti urbani effettuato da un centro di stoccaggio a un centro di smaltimento o recupero deve sempre essere accompagnato dal formulario di identificazione; o deve essere emesso un formulario per ciascun rifiuto quale risulta individuato dal codice CER e dalla descrizione.

A tale ultimo fine, al punto 4 del formulario, voce "Descrizione". L'esclusione dall'obbligo della predetta iscrizione deve risultare dall'apposita dichiarazione riportata in fine del punto 3 della prima sezione del formulario.

A tal fine il produttore che effettua il trasporto deve barrare l'apposita parentesi inserita dopo le parole "trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti nel proprio stabilimento" e dopo la preposizione "di" indicare il luogo e lo stabilimento di produzione dei rifiuti trasportati.

Ovviamente quando i rifiuti non pericolosi sono trasportati dallo stesso soggetto che li ha prodotti, il punto 3 del formulario, non deve essere compilato, limitatamente ai seguenti dati identificativi; "Trasportatore del rifiuto La medesima procedura si applica agli imprenditori agricoli nei casi previsti dall'articolo 3 del Dlgs 30 aprile , n. Inoltre, dovrà essere contrassegnata la casella " " relativa alla voce "Peso da verificarsi a destino" nel caso in cui per la natura del rifiuto o per l'indisponibilità di un sistema di pesatura si possano, rispettivamente, verificare variazioni di peso durante il trasporto o una non precisa corrispondenza tra la quantità di rifiuti in partenza e quella a destinazione; u il trasporto di olio minerale usato deve essere accompagnato anche dall'allegato F al Dm 16 maggio , n.

Fiscale, N. Albo , dei diversi mezzi utilizzati Es.