Skip to content

IMGOSPEL.COM

Imgospel

Copione musical scarica


  1. Correlati dell'articolo
  2. Basi e copione
  3. gratisnatale - Teatro per bambini
  4. GATAL - Associazione Teatro Amatoriale Lomabardo

Per scaricare il copione, clicca con il tasto destro del mouse su scarica e seleziona . MUSICAL I copioni di commedie musicali sono raccolti in questa sezione. Altre sezioni: autori, musical, ragazzi, napoli, novità, lingua straniera, monologhi Per scaricare il copione, clicca con il tasto destro del mouse su scarica e. Trova, leggi e scarica i migliori copioni del mondo dello spettacolo. Tutto gratuitamente, potrai selezionare i testi che preferisci dividendoli per. Il sito più completo per la ricerca di copioni teatrali. Qui puoi trovare un vasto database di testi teatrali e fare la ricerca filtrando per autore, genere teatrale e. "Ma, però" non si dice · LUCHINO Adriana · Per ragazzi · A Christmas carol · RONCHINI Alessandro · Per ragazzi · A Christmas carol · DICKENS Charles.

Nome: copione musical scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 27.21 Megabytes

Nasce il social network che permette di unire arte e lavoro. Rivolto a tutti gli artisti e non solo. Valorizza il tuo talento. Crea i tuoi lavori creativi online, diffondili facendoti pubblicità e creati opportunità lavorative! Vedi Risultati. Grazie al contributo di tanti amici e autori ai quali diamo il nostro immenso grazie, stiamo costruendo una biblioteca di copioni che mettiamo a disposizione di tutti.

La maggior parte dei copioni teatrali che trovi in elenco ci sono stati spediti da amici che come te si sono serviti della nostra biblioteca elettronica.

BACH Richard. Il gabbiano Jonathan Livingston. Una storia d'amore. A ciammavan Cenerentola. Delitto al curry. L'amore sacro, l'amor profano! Il giardino delle muse. Il sogno di Giuseppe. Peter Pan - Il musical. Peter Pan. Star Show. Annie get your gun. Kiss me, Kate. Sognando l'isola del tesoro. Victor Victoria. BOCK Jerry.

Correlati dell'articolo

Fiddler on the roof. State buoni se potete. State buoni Irma la dolce. Francesco poverello del mondo. La lanterna di Mephisto. Il ratto di Persefone. Spaccato napoletano. Nel paese delle meraviglie. Che t'ha saputo fa' 'nu quarto 'e luna! Hot Wendy. I dieci comandamenti. Notre Dame de Paris. Giulietta e Romeo. Esopo opera rock. Cenerentola a Portofino.

Il cappello di paglia di Firenze. Il lago dei cigni. Il giro del mondo in 80 giorni. La divina commedia. A very Potter musical.

Caino e Abele. L'altra Cenerentola. Le nozze di Figaro. La buona novella. Guglielmo Tell. La gatta cenerentola. Le scarpette ultimo grido. Strapazzate angeliche. Cagis - La storia del quarto re magio. We will rock you. Condono tombale. Graal game. Io Tarzan, Tu Jane. Amori miei. A come Una domanda di matrimonio. Actor Dei. Non tutti sono uguali nella fattoria degli animali. Una magica notte d'estate. Accendiamo la lampada. Aggiungi un posto a tavola.

Saccinto a 6 attori. Alleluja brava gente. Buonanotte Bettina. Ciao, Rudy. U 17 -D Rinaldo in campo. Se il tempo fosse un gambero. Un mandarino per Teo. Un paio d'ali. U 13 -D Un trapezio per Lisistrata. Viola, violino e viola d'amore. Porgy and Bess. Una serie di intrighi porta a conoscenza dello spettatore la situazione di una famiglia che cerca in tutti i modi di sbarcare il lunario, imbrogliando… onestamente!

Si perché io ho gia capito! Ma a decidere aggia essere sule je e nisciune cchiù! Con il giusto pizzico di fortuna che scaturisce, manco a farla a posta, dalla forza della jettatura…. Lentamente le luci si alzano, illuminando la scena. Ci sono sei scrivanie, con rispettive sedie, disposte omogeneamente nello spazio. Sullo sfondo, coperta da un paravento bianco, una scrivania più grande, con una poltrona ed un paio di vasi con piante.

Una luce dal fondo crea sul paravento la perfetta sagoma della scrivania e del resto. Si strofina gli occhi dietro gli occhiali spessi. Sembra incredulo. Respira profondamente.

Dopo una breve pausa, dalla quinta a destra si odono delle voci confuse. Man mano le voci prendono corpo. Sono Andrea e Alberto, che entrano con energia, quasi senza notare Filippo che si alza ed accenna ad un saluto. Bruno , uomo sui 45 anni, benestante, sposato con Roberta e con una figlia di nome Alessia di 15 anni, dopo un periodo di crisi, scopre di essere gay, in quanto innamoratosi di un uomo di nome Francesco chicco.

Scarica anche: SCARICA BRANI MUSICALI

Decide di lasciare la moglie per sposarsi a Ibiza con Chicco che , in caso contrario, minaccia di lasciarlo. In casa sua , oltre la moglie e la figlia, vive anche la madre , che rimasta vedova , Bruno ha accolto in casa. Cornelio fiero della sua vena poetica, deluso per la sua famiglia. Moglie e figlia brutte. Una suocera fastidiosa.

Il fidanzato della figlia, scemo. Nel giorno in cui, Vincenzino va a casa di Carmela per fidanzarsi, Sebastiana rimasta sola col genero, approfitta della momentanea assenza dei componenti, e decide di svelargli un segreto, ma finirà per essere fraintesa da Cornelio.

A seguito di un imprevisto, la suocera muore sulla sedia, non svelando il suo segreto. A due giorni dalla morte, in casa Cimmiciolla, si presenta un notaio. Il lascito non soddisferà nessuno, ma tra gioie e dolori si scopre che il tanto discusso segreto di cui parlava la suocera, si nascondeva Lisetta, confida alla madre di essersi innamorata di Giacomino, un ragazzo sordo.

La ragazza, vorrebbe nasconderlo al padre, ma quando lo presenta in famiglia, si nota che qualcosa non va. Carmelo, inizia a non vedere bene questa storia, se ne convince ancora di più, quando conosce la famiglia del futuro genero.

La zia che parla in modo scorretto, la madre che ha il tic, il padre ha atteggiamenti equivoci. Una proposta allettante, cambia le idee nella mente di Carmelo,iniziando ad amare i futuri con suoceri, ma va a finire che….

A volte, fissarci su una determinata cosa, ci porta a credere e agire in modo tale, da compromettere la nostra psiche, e del resto, la nostra vita. Tanino, il protagonista di questa storia, a causa di un errore, sa che pagherà il debito con la vita, e diviene succube della propria fissazione! Ma, Tanino non sa che la sua è fissazione, ma quando lo scopre, accade che I suoi sospetti in realtà non sono infondati poiché è proprio Marta che, volendo incontrare segretamente il suo amante, per sfuggire alla continua sorveglianza del marito, corrompe il mago organizzando il trucco della sua sparizione durante lo spettacolo.

Il mago potrà finalmente fare una "grande magia" facendola prima scomparire e poi riapparire agli occhi stupefatti del pubblico.

Marvuglia organizza bene il suo trucco ma quando la moglie fedifraga dovrebbe ricomparire il trucco non riesce. La moglie è definitivamente scomparsa. Creando una situazione ridicola. Anche il prete poi, ha a che fare, con delle confessioni strane, tanto da fargli pentire di esser prete de la parrocchia controsenso. Ho voluto creare una Parrocchia Controsenso.

Controsenso perché, in realtà tutto quello che accade nel contesto, non accade nelle normali parrocchie. I primi attori, Renato Curtis ed Adele Capecchio, si palesano subito come spocchiosi artisti, capricciosi nei modi di fare ed irrispettosi l'uno dell'altra. Zoppi, tessendo lodi sperticate verso il primo attore, gli comunica che il teatro ha registrato il tutto esaurito: in realtà è una menzogna, perché la sala è quasi vuota.

Lampade al neon appese al soffitto. Una fila di schedari e una bacheca sul fondo. Un piccolo tavolo sulla destra sovraccarico di incartamenti. Un mobiletto con un proiettore direzionato verso il fondale sulla sinistra. Libero Incoronato è innamorato di Graziella, una ex-prostituta. Passato un certo periodo Olga ottiene quanto voluto pur restando sposata con Benedetto, ma rimane incinta del capitano, fuggito in America per sottrarsi alle sue responsabilità.

La donna decide quindi di accollare la colpa della gravidanza a Libero, fingendo di amarlo. Lui quasi le crede, se non fosse che la madre di Olga irrompe come una furia per rivelare alla figlia che Benedetto sa già tutto.

Arriva Benedetto e, nel corso del litigio, Olga dichiara che il marito ha capito male e che il figlio è in realtà di Libero, che non ricorda di averlo concepito in quanto ubriaco.

Libero deve constatare che la situazione è ingarbugliata ed è circondato da menzogneri. Anche il dipendente di Benedetto nega che il figlio non sia suo, mentre la cameriera nega sia di Benedetto. Ambiente con al muro manifesto o bandiera del partito comunista, Sul mobile tre portaritratti con le effige di Berlinguer,Mao e Che Guevara. Quello del Che risulterà caduto a terra, dietro il mobile ben nascosto alla vista. Telefono cordless. Suppellettili vari.

Basi e copione

Sul tavolo centrale un grosso martello. Si apre il sipario al suono della marcia comunista avanti popolo suonata da un vecchio grammofono. Solo allora, all'improvviso, s'accorge di aver sognato il tutto e capisce il guaio che ha combinato. Ma quel che viene messo in moto, in una rapida degenerazione, è un meccanismo che svelerà tutte le meschinità dei protagonisti.

Carlo, il fratello, nell'evenienza dell'arresto, cerca immediatamente un compratore per tutto il materiale per l'allestimento delle feste popolari, e tenta di farne firmare ad Alberto la cessione con pieni poteri , adducendo varie scuse.

Converranno, alla fine, di dover assassinare Alberto per salvarsi Avete sospettato l'uno dell'altro Io vi ho accusati e voi non vi siete ribellati, lo avete ritenuto possibile.

Un delitto lo avete messo fra le cose probabili di tutti i giorni; un assassinio nel bilancio familiare! La stima, don Pasqua', la stima!

La fiducia scambievole Paolo, dovendo convivere con gli acciacchi della vecchiaia, è costretto a convivere con i suoi quattro nipoti. I quali, non rispettano per nulla, la sua benevolenza nei loro confronti, anzi non lo considerano proprio. Carmelo, fratello di Paolo, si trova a fargli visita, il quale in preda ad una crisi di nervi, confida la vicenda in cui vi si trova. Carmelo, addolorato della spiacevole situazione in cui ne è coinvolto il fratello, decide di Scena spoglia.

Una panchina al centro della scena. Atteggiamento teso.

gratisnatale - Teatro per bambini

Sguardo fisso verso il pubblico. Quando si muoveranno, i loro movimenti spesso coincideranno perfettamente. Le gambe sono immobili per tutto lo svolgimento.

Sullo sfondo, coperta da un paravento bianco, una scrivania più grande, con una poltrona e un paio di vasi con piante. Sono Andrea e Alberto, che entrano con energia, quasi senza notare Filippo che si alza e accenna a un saluto.

La moglie Elena è come se non ci fosse, vive fuori casa, presa dagli incontri con le amiche. Siamo nel , in un tipico basso napoletano si svolge una tipica giornata napoletana in cui Maria Rosaria, figlia di Gennaro Iovine, prepara la colazione con un'enorme caffettiera napoletana. Poco dopo, compare suo fratello Amedeo, stravolto dal sonno non del tutto soddisfatto. Gennaro è sveglio da tempo: svegliato prima dal bombardamento notturno, adesso dalle forti grida di sua moglie Amalia la quale è alle prese con una discussione molto animata con una concorrente del rione per la vendita abusiva di caffè.

Amalia infatti, si arrangia con la borsa nera e con la mescita casalinga del caffè a cui i napoletani non rinunciano neppure in questo secondo anno della guerra. Gennaro si rassegna ad alzarsi e mentre si sta radendo arrivano i primi avventori, tra cui il ragioniere Spasiano venuto per comprare, a caro prezzo, qualche alimento per la sua famiglia da Amalia, che lo sta praticamente dissanguando della poche proprietà che gli rimangono.

Il brigadiere rispetta ammirato il coraggio del finto morto, che non muove un ciglio tra le esplosioni e le rovine delle case colpite dalle bombe, e gli promette che non lo arresterà. Il morto a quel punto risorge. È passato del tempo: Napoli è stata finalmente liberata dagli Alleati.

Il basso è stato rinnovato e ristrutturato. Amalia, vestita a festa e carica di gioielli ha fatto fortuna associandosi - ormai la guerra al sud è finita - in commerci poco puliti con Settebellizze un autista e proprietario di camion. La guerra ha lasciato le sue rovine; la famiglia Iovine si sta disgregando: la figlia Maria Rosaria non più sorvegliata e guidata dalla madre, è rimasta incinta di un soldato americano che l'ha lasciata ed è tornato al suo paese; Amedeo ruba gli pneumatici delle auto insieme a Peppe 'o Cricco, specializzato appunto ad alzare le auto con la spalla per sfilare le ruote.

Questa è la famiglia che ritrova Gennaro tornato inaspettatamente quel giorno di festa. Vorrebbe sfogarsi, raccontare le sue sofferenze e peripezie ma nessuno sta ad ascoltarlo, tutti vogliono festeggiare Settebellizze e non pensare più alle pene della guerra ormai finita. Per questo si invitano tutti i familiari e i vicini del basso alla cena a base di capretto portata dal miezo prevete e da Garibaldi, il suo assistente.

Una disgrazia più grande ha colpito la famiglia: la piccola ammalata morirà se non si troverà una medicina che sembra essere introvabile in tutta Napoli ed il dottore stesso non sa più dove poterla trovare.

La bambina si salverà se supererà la nottata; Amedeo rinsavito non è andato a rubare: tornerà a lavorare onestamente, Maria Rosaria resterà in famiglia con il suo bambino. Due atti brevi e piacevoli che proiettano lo spettatore in un clima di puro divertimento.

Se le sento ancora? Mi chiedete se le sento?

Quelle voci? La soluzione è semplice e di immediata realizzazione: organizzare un finto matrimonio con una finta fidanzata, ma non tutte le ciambelle riescono col buco ed a causa di un incidente il finto prete non si presenta alla cerimonia.

Attorno a questi personaggi ne ruotano altri altrettanto brillanti che con una divertente serie di concatenazioni riempiono la commedia offrendo quasi la possibilità di seguire una storia nella storia.

Pino è fissato col destino. Qualunque cosa gli capiti, crede che sia stato segnato dalla sorte. Si spaventa maledettamente.

Nonostante le donne abbiano posizionato una trappola per casa, non riescono ad acchiapparlo. Pino, tornato a casa dopo una corsa, racconta un particolare che gli era capitato e felicemente svela di non essere più fissato col destino.

Proprio mentre tutto sembrava essersi risolto, entra la figlia e nota che…. Durante il periodo che ci si accinge alle votazioni, nelle famiglie si viene a creare una vera e propria confusione, dovuta al fatto che, ci si ritrova ad aver in mano, tanta di quella cartacea elettorale, non sapendo a chi votare. In questi casi, subentrano i veri protagonisti che pur di accaparrarsi la nostra fiducia, e di conseguenza il voto, iniziano a promettere di tutto!

La storia in questione tratta, il grave problema della disoccupazione che opprime la quotidianità delle famiglie Siciliane. In modo tale, che una nuova realtà, bagnerà il nostro futuro, di speranza! Testi teatrali inverosimili, scritti e poi travasati dalle botti, e lasciati decantare come vino.

Messi sul foglio di carta dopo un assaggio sostanzioso di Falanghina e Greco di Tufo. Dedicato a tutti quelli che non hanno mai avuto una dedica. Salotto borghese. Ambiente scarsamente illuminato. Quadri alle pareti, un grande tavolo apparecchiato. Sulla destra un mobile bar ed alcuni sgabelli. Sul fondo, si nota appena una figura di uomo con un bastone, in ombra, seduto su di una seggiola, poco dietro al mobile bar.

Un divano, una poltrona ed un tavolino basso in proscenio. Sulla sinistra, un mobiletto con un telefono. Marco è seduto sulla poltrona. Il detective Bob Maclachlan è un uomo dal passato torbido e misterioso; cacciato dalla polizia anni addietro, viene ora rintracciato e ingaggiato proprio dal suo ex principale, il Capitano Boyle, per un caso molto scottante di duplice omicidio avvenuto in una lavanderia a gettoni di San Francisco.

Sarà proprio qui che il detective avrà a che fare con l'irrazionalità di una città perennemente immersa nella nebbia, nonchè con i suoi abitanti, la cui indole sembra essere quella di confondere il prossimo, per il puro gusto di farlo. Un musical, una commedia, che, lasciando fuori dal canovaccio i doppi sensi, svela una storia delicata; è un inno ai sentimenti che neppure le situazioni più degradanti e grottesche possono sminuire o svilire.

GATAL - Associazione Teatro Amatoriale Lomabardo

Nessun doppio senso, nessuna gag, eppure il sorriso, che accompagna lo spettatore, a volte si tramuta in riso altre è un sorriso amaro, eduardiano. Un lieto fine per una storia che sembra una fiaba con tanti intrecci tra i personaggi. Riuscirà Gildo, nonostante l'infelice posizione del Ristorante e gli improbabili frequentatori, a diventare "Chef stellato"?

Nonostante le perplessità decide comunque di aderire alla proposta fattagli. A voi il gusto di scoprire che cosa. Una storia semplice, con personaggi, fortemente caratterizzati, con una struttura nella quale si innestano duetti comici che confermano ancora una volta la vocazione cabarettistica di Mario Dometti alla sua settima esperienza come autore di commedie in vernacolo. Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online.

Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli. Cambia navigazione. Copioni teatrali. Visualizza n. Direzione Crescente Decrescente.